LE SOCIETA' DELLE ARTI

Fin dai tempi più antichi, coloro che facevano uno stesso mestiere, formavano una società d'Arte, cioè un associazione che difendeva gli interessi dei lavoratori iscritti. Alcune società divennero ricche e potenti. Si fecero costruire dei palazzi dove svolgevano le riunioni, come ad esempio la Società dei Notai e la Società dei Drappieri. Così venne la volta del Foro dei Mercanti, costruita per la Società dei Mercanti. Le Società delle Arti erano il potere politico delle persone che le creavano. Ogni arte difendeva gli interessi dei suoi soci, stabiliva tariffe, modalità di lavoro e provvedeva alla nomina di suoi rappresentanti e amministratori. Queste Società erano organizzazioni che corrispondevano ognuna al suo mestiere. Erano regolate da uno statuto e insieme formavano il Consiglio del Popolo che eleggeva dei rappresentanti tra i più anziani. Attraverso le Società gli artigiani e i mercanti gestivano le cose pubbliche del Comune, perciò era un vantaggio partecipare Oltre che avere una facciata stupenda, era ed è ancora utile, perché è sede degli Uffici della Camera di Commercio.