Astrattismo

L' astrattismo non è che un momento conclusivo, più clamoroso e radicale, di un lungo processo che è andato sempre più negando all'arte il compito di descrizione della realtà esterna per attribuirle quello di esprimere all'esterno il sentimento interiore dell'artista. L'astrattismo spinge questa tesi fino in fondo: se l'arte non è espressione del mondo esteriore, ma solo estricazione di quello intimo, bisogna avere il coraggio di andare oltre ciò che era già stato fatto (dall'espressionismo per esempio) e non limitarsi a proiettare la nostra vita interiore negli oggetti reali dipinti, ma abolire completamente quest'ultimi, visualizzando con forme, linee e colori il complesso oscuro dei sentimenti che si agitano dentro ciascuno di noi, agendo psicologicamente sull'inconscio dello spettatore attraverso il suo occhio.