Salvador Dalí

"Si deve creare sistematicamente scompiglio:

ciò mette in moto il processo creativo.

Tutto quanto genera contraddizione

è sinonimo di vita."

S.Dalí, 1980

Vita                                                        

Nacque a Figueras, presso Gerona in Spagna, l'11 maggio 1904, e lì morì nel 1989. Già dalla prima infanzia mostrò di essere dotato di una enorme fantasia; preoccupato unicamente di soddisfare il proprio egoismo, egli mise a nudo, in modo cinico, una audacia e una violenza perversa, i cui dettagli non vengono taciuti nelle sue memorie. Era anche in preda a deliranti vaneggiamenti, frutto della propria egocentricità. Dalí rappresenta con minuzia ossessiva ogni oggetto entro spazi conclusi dalla linea d'orizzonte; non inventa forme nuove, bensì compone insieme immagini reali collocandole in posizioni irreali, spesso deformandole innaturalisticamente. Le opinioni su Dalí sono contrastanti: un'abile mestierante, un manipolatore di idee altrui; oppure un genio, uno dei maggiori surrealisti.