Edouard Manet

Vita

Edouard Manet nasce a Parigi nel 1832 e fin da giovane si dimostra poco incline agli studi e molto attratto dal disegno e dalla pittura. Per dissuaderlo dall'intraprendere la carriera dell'artista il padre lo fa imbarcare, appena sedicenne, su un vapore in partenza per Rio de Janeiro, con la speranza di avviarlo, se non alla carriera di magistrato, almeno a quella di comandante navale di lungo corso. Il viaggio si rivela estremamente stimolante per la maturazione artistica di Manet, ma dal punto di vista paterno, invece, costituisce un vero e proprio fallimento in quanto l'indisciplinato giovane non dimostra alcun interesse per la vita di bordo e l'esito dell'esame per ufficiale di marina è una secca bocciatura. Così la famiglia assecondò la passione per l'arte di Edouard. La formazione artistica di Manet incomincia nel 1850 presso Thomas Couture, un mediocre pittore accademico, tipico rappresentante della pittura ufficiale del Secondo Impero, specializzato in rappresentazioni storiche. Il giovane allievo, però, dimostra ben presto una forte insofferenza per l'arte del maestro, da lui giudicata vuota e innaturale, tanto che nel 1856 ne lascia l'atelier. Nel frattempo viaggia in Olanda, Germania, Austria e Italia. Nei musei di quei paesi ammira soprattutto i coloristi del passato: da Tiziano a Rembrandt, da Tintoretto a Velazquez. Tenta più volte di presentare qualche sua opera ai Salons, ma esse vengono sistematicamente rifiutate. Nel 1861 stringe una profonda amicizia con Degas, spirito libero e solitario. Nel 1869 l'artista realizza i primi quadri en plein air e le sue uscitr ai giardini delle Tuileries, sul retro del Louvre, erano diventate quasi degli appuntamenti mondani. A partire dal 1878 l'artista soffre di frequenti crisi depressive e iniziano i sintimi dell'atassìa, una progressiva e dolorosa paralisi degli arti inferiori dovuta all'evoluzione maligna della sifìlide contratta durante il giovanile viaggio a Rio de Janeiro. Nonostante questo Manet continua a dipingere fino al giorno della sua morte avvenuta nel 1883.