I Futuristi esaltano tutto ciò che è moderno, decretano la loro volontà di autonomia da tutte le vecchie concezioni  accademiche tradizionali, esaltano la civiltà industriale e la velocità delle macchine proprio per manifestare il nuovo senso meccanico di un' epoca che si stava industrializzando. Riecheggiarono il concetto dello " slancio vitale ", cioè del senso della mobilità, assunsero posizioni politiche di tipo NAZIONALISTICHE, INTERVENTISTE, organizzavano serate che il più delle volte si concludevano con risse; da quì anche il futurismo viene spesso frainteso e liquidato con un giudizio riduttivo proprio per i suoi atteggiamenti volutamente dissacratori. I futuristi sono in polemica con il cubismo parigino, ne accettano le forme scomposte, ma non la staticità, opposta al DINAMISMO che sta loro a cuore.