Jean-Francois Millet

Vita

Jean-Francois Millet, nato da una famiglia contadina a Grunchy nel 1814, ricevette fin dalla fanciullezza un' educazione artistica a Cherbaurtg. Nel 1837 si recò a Parigi dove fu allievo di Delorche; in seguito, sempre a Parigi, esordì con una serie di ritratti e dipinti su soggetti mitologici di vena tipicamente romantica. Nel 1847 entrò in contatto con i pittori di Barbizon e, sensibile anche alle idee democratiche attestatesi nel 1848, mutò stile e temi per dedicarsi ad una pittura ispirata ad un fermo e sostanziale realismo, che ha nel fare del mondo rurale-contadino il proprio protagonista,( una reltà che conosceva bene poichè, dopo la prematura scomparsa del padre fu costretto ad occuparsene) rispondeva ad un manifesto intento socio-umanitario e non,come si potrebbe pensare, con intento politico. Morì a Barbizon nel 1875.