Pier Luigi Nervi

Vita e formazione

Nato a Sondrio nel 1891 si laureò a Bologna nel 1913 e con la sua copiosa e spesso geniale produzione di strutturalista si riallacciò alla tradizione ingegneresca nata con Eiffel e Maillart. Dopo il cinema Augusteo di Napoli (1926-27) e lo stadio comunale di Firenze, Nervi si dedicò tra il 1935 e il 1943 alla progettazione di alcune aviorimesse per l'areonautica italiana. Un ulteriore sviluppo di questi studi è rappresentato dalla copertura del salone per il Palazzo delle Esposizioni a Torino (1948), dove è compiutamente realizzata l'integrazione tra invenzioni strutturali e invenzioni architettoniche. Nella successiva serie di opere (compiute tra il 1953 e il 1961 ed in collaborazioni con altri architetti) la presenza di Nervi si afferma nella mirabile chiarezza delle strutture; del 1961 è la più famosa delle opere da lui progettate e realizzate: il Palazzo delle Esposizioni "Italia '61" a Torino. Una certa magniloquenza divenne da allora una costante della sua produzione, come testimonia tra l'altro il salone delle udienze in Vaticano, terminato nel 1972.              

  Si spense a Roma nel 1979.