Victor Horta

Vita

Victor, architetto belga (1861-1947). Figlio di un falegname, a 17 anni, contro la volontà del padre , andò a studiare a Parigi. Tornato a Gand , completò gli studi presso l'accademia di Belle Arti di Bruxelles(1881), entrando poi a studiare nello studio di A.Balat, architetto di formazione neoclassica. Negli anni fino alla prima guerra mondiale Horta produsse una serie di importanti edifici (Casa Solvay, 1895-1900 ; Casa Horta 1898) e soprattutto l'opera considerata il suo capolavoro, la Maison du Peuple(1896-99), ora distrutta , nella quale a una maggiore castigatezza decorativa corrispondeva lo slancio di un' impostazione volumetrica spinta a negare la massa muraria non solo con la struttura di ferro e le trasparenze superficiali delle vetrate continue, ma anche con l'ondulazione del vasto prospetto e con la moltiplicazione delle sfuggenti prospettive .Ormai famoso in campo internazionale, Horta ripiegò successivamente su posizioni più tradizionali, realizzando opere come il Palais des  Beaux-Arts a Bruxelles (1922-28).