SIMBOLOGIA DEGLI ANIMALI

 

BEHEMOTH

Behemoth è situato alla destra di Adamo. Secondo alcuni interpreti il mostruoso Behemoth potrebbe richiamare la figura dell'ippopotamo; per altri il rinoceronte; mentre per la maggiorparte è visto come un grottesco animale. I Padri della chiesa lo vedono come simbolo degli spiriti infernali e per questo motivo Pantaleone lo pone alla destra di Adamo, poichè vuole indicare l'azione del maligno nel cuore del primo uomo (nel libro di Giobbe è designato il più grande animale terrestre).

CENTAURO E CERVO:

Il centauro è presentato con busto umano e con corpo equino, ed è simbolo delle passioni sfrenate, della forza bruta, della vendetta e del male. Ad Otranto Pantaleone nell'animale raffigura la lotta tra Cristo, cervo trafitto dalla freccia e Satana, tra il Bene e il Male. Il cervo, simbolo della luce, s'incontra anche in relazione ai simboli eucaristici identificato con Cristo. Il cervo è raffigurato di frequente accanto all'acqua.

DROMEDARIO:

Il dromedario è rappresentato con una sola gobba. Riesce a sopportare ogni tipo di fatica (spedizioni desertiche), è ordinariamente paziente ma può diventare ostinato e cattivo, soprattutto quando è in calore. come il cammello simboleggia l'orgoglio.

ELEFANTE:

L'elefante è considerato emblema di castità e di temperanza. E' un simbolo molto positivo, considerato saggio una guida nella direzione buona e anche particolarmente casto poichè lo si riteneva frigido. In ambito magico-popolare questa figura fu notoriamente sentita come segno apotropaico o beneaugurale. Spesso inserito di fronte all'albero della vita tra riffigurazioni di vegetazione rigogliosa, collocato fra gli abitanti del Paradiso terrestre. L'elefantessa partoriva il suo piccolo nell'acqua di una palude, mentre il maschio faceva la guardia per scacciare il drago minaccioso. La figura dell'elefante è anche un simbolo del battesimo.

TORO:

Il Toro è raffigurato con le corna rivolte in su e curvate verso l'interno, con lo sguardo pensoso proiettato all'infinito, e con lo zoccolo anteriore sinistro sollevato. Solitamente simbolo di fertilità o come animale sacrificale. Tra i vizi incarna sia l'ingordigia che la violenza, in questo caso, situato accanto ad Eva, può simboleggiare la superbia.

LEVIATHAN:

Nella Bibbia viene inteso un mostro che si è identificato con la balena o con il coccodrillo, con il serpente e con il drago, mentre Dio dimostra la sua sovranità su di lui (libro di Giobbe 3,8; 40,25-41,26). Il Leviathan è considerato il più grande animale marino ed è il simbolo di Satana, re della superbia. Viene raffigurato con un corno in fronte, con due occhi terrificanti e con una lepre in bocca che può simboleggiare l'uomo, in quanto la velocità della sua corsa pare alludere alla brevità della vita umana.

LIOCORNO O UNICORNO:

La figura dell'unicorno, rappresentato da un cavallo con un lungo corno in fronte. E' descritto come un animale piccolo ma ferocissimo: la piccolezza ne rappresenta l'umiltà e la ferocia ne rappresenta l'invincibilità. Solo l'innocenza lo vince: è infatti una vergine immacolata che può ammansirlo. Allegoricamente l'unicorno rappresenta Cristo Salvatore. "Così anche nostro Signore Gesù Cristo, come unicorno spirituale, scende nell'utero di una vergine, attraverso la sua carne ed è catturato dai Giudei". Nel mosaico di Otranto un monaco in ginocchio ammansisce e domina il feroce animale.

LONZA:

La lonza è raffigurata con lo sguardo feroce sanguinio e con la bocca spalancata mentre calpesta la volpe. La lonza è il simbolo della lussuria, la volpe dell'astuzia. Il significato di questa ruota è la supremazia della lussuria nei confronti dell'astuzia.

ONAGRO (asino selvatico):

L'onagro ha le medesime dimensioni di un asino domestico ma la corporatura più slanciata. Ha il collo snello e leggermente ricurvo, le orecchie lunghe perfettamente dritte e il suo manto è color grigio chiaro in contrapposizione alla criniera bruna. Nella sacra scrittura simboleggia l'orgoglio, Satana, gli eretici, gli idolatri e la Sinagoga ( nel mosaico l'onagro galoppante sembra adombrare gli eretici).

MONOGRAMMA "PASCA":

Il grecismo "pasca" scomposto nelle cinque lettere ha conferito un determinato significato a ciascuna di esse, spiega la profezia: P = Pardus (Leopardo); A = Alatus (Alato = figura di Alessandro); S = sternit (abbatte); C = Cornutum (cornuto); A = Arietem (ariete = Dario il persiano). Infatti nella ruota è rappresentato un leopardo che avvinghia l'ariete.

 

SIRENA:

La sirena è un mostro mitologico, il cui canto seduceva ed attraeva gli uomini che imprudentemente l'ascoltavano, conducendoli alla rovina.Questi esseri fanno parte del gruppo dei geni della morte. Il loro mito ha assunto vari significati allegorici; in alcuni casi le sirene furono considerate malefiche, in altri simboleggiavano l'anima del defunto. Nella letteratura sono il simbolo della voluttà e dell'avarizia.