IL SOFFITTO DIPINTO

DELLA CHIESA DI SAN MARTINO A ZILLIS

DATA La costruzione del soffitto della chiesa romanica avvenne intorno al 1160.
AUTORE Secondo lo storico Erwin Paeschal il maestro che operò a Zillis fu un certo Lopicino, di cui si registra la morte nella chiesa di Coira. Attribuzione non certa.
LUOGO La chiesa di San Martino è situata a Zillis, vicino a Coira, in Svizzera, lungo una strada percorsa da pellegrini e mercanti che si recavano da Nord a Sud e da Sud a Nord attraverso le montagne dell'Europa.

Coira sede molto vasta di scuole di miniatori comprendente Zillis, con botteghe di imagiers.

TECNICA

I pannelli, generalmente costituiti da tre tavolette, sono di legno di cirmolo o di abete lavorato con l'ascia, e la loro faccia inferiore, liscia, è ricoperta da uno strato di gesso che costituisce il fondo.

Dati dettagliati sono stati forniti dagli ultimi restauri.

ORGANIZZAZIONE DEL SOFFITTO

 

 

Il soffitto rettangolare di Zillis costituito da 153 pannelli quadrati di un metro di lato, misura 17 metri in lunghezza e 9 in larghezza. E' suddiviso in due cicli: un ciclo interno suddiviso in 105 pannelli e un ciclo esterno, che funge da cornice, suddiviso in 48 pannelli. Entrambi rappresentano la visione del mondo degli uomini dell'Alto Medioevo, secondo i quali la Terra (ciclo interno) era un'isola piatta circondata dall'Oceano (ciclo esterno).