CICLO ESTERNO 

Esame iconografico Nei suoi pannelli sono raffigurate le creature fantastiche che popolano l'oceano, come nereidi, sirene, ed entità che combinano una metà di pesce con una di uomo, di oca, di aquila, di lupo, di uccello, o di altro ancora. Sono presenti dei pannelli uguali, poichè alcuni di essi, andati distrutti, sono stati sostituiti da coppie di altri. Tra quelli originali sono di particolare rilievo i tre che rappresentano scene con barche come la pesca miracolosa ed il profeta Giona che sale su una barca.I quattro angoli del mondo sono segnati da quttro pannelli  rappresentanti ognuno un angelo che suona in due trombe.
Esame iconologico Le figure fantastiche di questi pannelli, creature diaboliche e mostruose immerse nell'acqua con coda di pesce, rappresentano i mali ed i peccati del mondo terreno. Vengono relegate ai margini, per simboleggiare il mondo della paganeità in contrapposizione a quello della cristianeità del ciclo interno.