CICLO INTERNO

Esame iconografico  Nel ciclo interno sono illustrate dopo un'introduzione data da tre pannelli rappresentanti gli antenati di Cristo; le scene più significative dell'Antico Testamento, della Sinagoga e della Chiesa; il sogno di Giuseppe; la nascita di Cristo; i miracoli del Signore e la resurrezione di Lazzaro che comprendono 13 pannelli; i Re Magi, il cui viaggio occupa 15 pannelli; la fuga di Giuseppe, Maria e Gesù in Egitto; il massacro degli Innocenti a Betlemm; la predicazione di San Giovanni Battista nel deserto; il battesimo di Cristo; il tradimento di Giuda; l'Ultima Cena e la cattura di Gesù.Dipinta negli ultimi pannelli come un'appendice la storia di San Martino, il santo da cui prende il nome la chiesa.
Esame iconologico  Questo ciclo, che si presenta come una mappa tatuata di storie evangeliche, nella visione del mondo da parte degli uomini medievali rappresenta la terra nonchè le tappe fondamentali della salvezza.        Questa concezione teologica è espressa a più riprese da Costantino d'Antiochia, fino al VI secolo, in diverse opere cartografiche. La scienza cristiana si fondava sul libro di Giobbe e sull'Apocalissse di San Giovanni, che ci fornisce una concezione metafisica del mondo che si trova esattamente espressa nel vasto complesso di Zillis.