I nobili normanni preferivano combattere a cavallo, usando le staffe, mentre i loro avversari, gli inglesi, si spostavano a cavallo ma combattevano a piedi. I normanni si erano specializzati nell'adoperare la lancia e la scagliavano come un giavellotto, oppure caricavano con la lancia in resta: la tenevano cioè stretta sotto il braccio e la puntavano diritta di fronte a sè. I guerrieri inglesi, soprattutto il corpo specializzato degli Housecarles, combattevano con delle asce terribili, che facevano roteare in modo molto efficace. Sia i normanni sia gli inglesi, poi, si proteggevano con uno scudo a goccia (che gli inglesi chiamavano "ad aquilone" ), che veniva tenuto con il braccio sinistro; indossavano una pesante cotta di maglia di ferro e portavano elmetti d'acciaio con coprinaso. Quando si trasferivano, erano i serventi a portare le cotte dei guerrieri.