I normanni navigavano su navi lunghe e sottili, ciascuna delle quali imbarcava una decina di persone. Le navi, dipinte a strisce orizzontali di colori vivaci, erano regolate da un timoniere che reggeva un timone esterno laterale  e non interno e posteriore, come nelle moderne imbarcazioni. Sulla prua o arrampicata sull'albero, una vedetta  controllava la rotta. Prima di imbarcarsi i normanni pregavano per la buona riuscita del loro viaggio,  poi, a piedi nudi, entravano in acqua e salivano sulla nave. Presso la riva le navi erano spinte a forza di remi, poi si issava la vela e si procedeva col favore del vento. Una volta sbarcati, l'albero veniva smontato e le navi erano tirate in secca. Le prue delle navi, di forma ricurva, erano decorate con teste di drago.