I Normanni, "uomini del nord", o Vichinghi, come essi stessi preferivano chiamarsi, erano abili navigatori  e predatori. Giunsero sul suolo di Francia dai freddi mari dell'Europa settentrionale, compiendo razzie e saccheggiando qualunque città o villaggio si trovasse sul loro cammino.
Non fu soltanto la Normandia a essere presa di mira per i loro rovinosi attacchi ai depositi di grano, e anche gran parte dell'Europa dovette sopportare le loro temute visite. Senza dubbio però essi nutrirono sempre una particolare predilezione per la Normandia, soprattutto per la sua eccezionale posizione strategica grazie alle coste e all'abbondanza di corsi d'acqua.
A bordo di
agili imbarcazioni i Normanni giunsero all'improvviso e seminarono a lungo il terrore con le loro razzie. Col passare del tempo si stancarono di condurre una vita  da nomadi e incominciarono a insediarsi stabilmente sul territorio, fino a diventare, all'inizio del IX secolo, sotto la guida del loro capo Rollo, un'importante presenza. Rollo si convertì, si fece battezzare e diventò Roberto, primo duca di Normandia.