CARATTERI GENERALI DEL FISIOLOGO IN LINGUA GRECA

La maggior parte degli studiosi ritiene che il testo, in lingua greca, sia stato composto tra la fine del II secolo d.C. e i primi anni del III, presumibilmente ad Alessandria d’Egitto, cioè in un'area culturale nella quale culti e misteri mediterranei si stavano arricchendo dell'esperienza cristiana. L'autore è ignoto.
In quel tempo la parola physiologia stava ad indicare il modo in cui ci si avvicinava alla natura interpretandola come specchio delle realtà celesti. Lo scopo era quello di avvicinarsi a Dio cogliendone il messaggio attraverso le sue creature.
Nel trattare degli animali si ricercavano piuttosto i significati riposti (allegoria) desumibili dai loro comportamenti, che non la loro reale natura.
Il Fisiologo rientra nel genere enciclopedico, che si affermò nei primi secoli d.C., e che avrebbe avuto larga fortuna per tutto il Medioevo.

IL FISIOLOGO, a cura di Francesco Zambon, Milano, Adelphi, 1975