Alla mappa generale BESTIARI MEDIEVALI
PREMESSE

Nel percorso dedicato alla lettura di alcuni Bestiari medievali presentiamo i risultati delle nostre indagini relative a:

Il Fisiologo in lingua greca (II-III sec. d.C.) che abbiamo  parzialmente letto in traduzione italiana

Il Fisiologo latino, che è una (la cosiddetta versio BIs, dell'VIII-IX sec.) delle numerose traduzione in latino del Fisiologo greco, con l'aggiunta di qualche variante. Il testo è stato parzialmente letto in lingua originale e tradotto

Il "Bestiare d'amours" di Richart de Fornival, scritto nel XIII sec. in lingua d'oil, che abbiamo letto in traduzione italiana.

Nelle analisi  dei testi abbiamo cercato di individuare permanenze e modifiche nel tempo delle proprietà e dei comportamenti riferiti agli animali e delle interpretazioni allegoriche o morali loro attribuite. Il confronto si è esteso, per la figura della balena, alla Navigatio Sancti Brandani, testo scritto in latino da anonimo chierico irlandese tra il IX e il X secolo che abbiamo letto in una versione tardomedievale in antico veneziano; la lettura ci ha dimostrato che le proprietà degli animali proprie della tradizione dei bestiari entrarono a far parte anche della tradizione agiografica, a cui la Navigatio appartiene. Il confronto si è esteso poi alle immagini tratte dal manoscritto Bodley 764, del XIII sec. Una sintesi dei confronti fatti si trova alla pagine della simbologia degli animali.

MAPPA - BIBLIOGRAFIA - INIZIO