Alla Home page

Progetto "Borse di ricerca per insegnanti - a.s. 2001/02"

Nell’ultima decade di giugno è uscita la pubblicazione dell’IRRE Emilia Romagna “Progettare, innovare, ricercare in campo educativo. Otto esperienze in Emilia Romagna”, a cura di Claudio Dellucca, M.Cristina Gubellini e Mauro Levratti, edita da Editcomp – Bologna.Il volume raccoglie una serie di rapporti di ricerca (opportunamente ristrutturati e ridotti dai curatori dell’IRRE) elaborati nell’anno scolastico 2001 – 02 da insegnanti – ricercatori, nel quadro della 2^ annualità del progetto MIUR “Borse di ricerca per insegnanti”.

Le esperienze documentate riguardano l’innovazione didattica in classe e in situazioni laboratoriali dalla scuola dell’infanzia alla scuola superiore, in alcuni casi interessando anni ponte tra due contigui ordini scolastici.L’intento formativo del progetto MIUR, gestito dai diversi IRRE a livello di coordinamento e tutoraggio, ha riguardato lo sviluppo delle capacità dei docenti di elaborare metacognitivamente il percorso didattico, basandosi sul rispetto di fasi standard della ricerca e di criteri di oggettività nella raccolta, valutazione e documentazione dei dati.Il passaggio dal piano dei buoni progetti didattici a quello della ricerca educativa ha costituito indubbiamente uno scoglio per molti dei docenti borsisti: le azioni di tutoraggio e di formazione, l’impegno e la professionalità di tutti hanno permesso di aggiustare il tiro in corsa d’opera e di raggiungere in sede di rapporto consuntivo, risultati interessanti e significativi rispetto alla mission iniziale.

Quasi tutte le copie disponibili del libro sono state consegnate alle scuole di diverso grado partecipanti al seminario svoltosi a Bologna il 22 settembre sul servizio autovalutazione  organizzato dall’IRRE ER.; sul piano della diffusione dei risultati dell’esperienza segnaliamo l’apprezzabile iniziativa della Scuola Media di S.Mauro Pascoli di acquistare dall’editore un numero consistente di volumi per curarne la diffusione a docenti del distretto, impegnati in un’iniziativa di formazione nel campo disciplinare interessato dalla ricerca svolta da un team di insegnanti di lettere.
Da questa pagina, cliccando sui titoli lincati, potrete prendere visione e scaricare la versione originale degli otto rapporti di ricerca, oltre ad accedere ai due contributi a firma di due autorevoli componenti del comitato tecnico –scientifico del progetto.

Questo è l’indice del volume. Presentazione: è lo scritto d’apertura ad opera di Franco Frabboni, Presidente dell’IRRE ER. e Preside della Facoltà di Scienze della Formazione di Bologna.La ricerca – azione come ricerca educativa di base: si tratta di un saggio di Massimo Baldacci, docente presso la Facoltà di Scienze della Formazione di Urbino, inerente la specificità della ricerca - azione come metodologia innovativa sul piano della ricerca educativa.

Didattica multimediale e lingua straniera: questa ricerca – azione, che ha interessato sezioni di scuola dell’infanzia e del 1° ciclo della scuola elementare, ha positivamente verificato il valore aggiunto di una gamma differenziata di strumenti multimediali nel primo approccio alla lingua inglese.

La comunicazione come gioco musicale: anche questa ricerca si è sviluppata attorno ad un percorso che ha interessato bambini di scuola dell’infanzia e di scuola elementare ed ha portato il team di insegnanti a riscontrare, in sede conclusiva, un’incidenza rilevante del mondo dei suoni e della musica su comportamenti e su relazioni fondamentali per lo sviluppo della personalità dei bambini.

La fabbrica del lettore: sulla base di un articolato ed interessante progetto, rivolto ad alunni di una quinta elementare e di due prime medie, il team di ricerca ha ricavato utili dati quantitativi e qualitativi sull’efficacia della lettura motivata nella crescita della visione di sé e degli altri in questa nevralgica fase adolescenziale.

Il laboratorio di storia all’aperto: nel variegato scenario monumentale costituito dal territorio delle province di Rimini e Ravenna, tre classi di prima media hanno sviluppato un ricco itinerario di visite (non frequente in questo ordine di scuola) collegato a meticolose elaborazioni anche sul campo; il team di ricerca in sede metacognitiva ha ricavato sostanziali conferme delle ipotesi di partenza.

Moduli didattici e curricolo annuale di scienze in 3^ media: la ricerca propone una riflessione sulla funzione formativa delle scienze attraverso la progettazione e sperimentazione di un modello didattico organizzativo centrato sulla didattica modulare.Immagine / Parola: attraverso la costituzione di una rete - laboratorio fra scuole di diverso grado, risorse e competenze territoriali, docenti, studenti e interlocutori extrascolastici sviluppano una riflessione/produzione comune nel quadro di una dimensione teorica in cui convergono più saperi disciplinari.

La Multimedialità: un passaggio obbligato nell’era dell’accesso: al fine di verificare la possibilità di accrescere interesse, coinvolgimento e rendimento scolastico, il progetto propone l’insegnamento di una materia curricolare - storia, in un corso serale di un istituto tecnico, utilizzando interamente supporti informatici.

Fisica a Mirabilandia: la ricerca si è posta l’obiettivo di verificare se e come un ambiente reale, particolarmente accattivante come un parco gioco, possa costituire un laboratorio utilizzabile per l’applicazione e la verifica di nozioni teoriche precedentemente affrontate in alcune classi liceali, in ambito sia matematico sia fisico.

Ultima modifica di questa pagina: 24-05-2004

Ad inizio pagina