L'Esterno dell'edificio

L'edificio esterno è così formato:

- Il campanile

- La chiesa

Il campanile domina su tutto il panorama e si leva ad una altezza di 48 metri a sinistra della facciata della chiesa. Fu costruito nel 1063 in forme lombarde ed ha un perimetro di mattoni rossi e gialli con frammenti di marmo alla base e agli angoli, ravvivato da fregi in cotto e da rarissime scodelle maiolicate d'arte fatimita (sono in tutto 18, le altre risalgono a epoca moderna); è diviso in nove ordini da cornice di archetti, corso da lesene, aperto da monofore, bifore, trifore e quadrifore in alto, e coronato da cuspide conica. Una scala di legno (attualmente, per ragioni di sicurezza, non praticabile) con accesso dall'interno della chiesa sale alla cella campanaria, donde si ha una estesa vista sulla pianura ed il mare.

La chiesa abbaziale, o basilica di Santa Maria,  è una costruzione di tipo ravennate che risale nelle sue forme attuali al sec. VIII-IX; tra il finire del sec. X e l'inizio del sec. XI fu allungata di due campate, occupando lo spazio di un primo atrio, poi ebbe l'aggiunta dell'atrio attuale e nel 1026 venne di nuovo consacrata. L'atrio che la precede si apre con tre arcate ed è decorato di fregi in cotto, di due oculi con transenne recanti l'antichissimo motivo orientale dell'albero della vita, di scodelle maiolicate (sostituite agli originali perduti) e di sculture bizantineggianti con animali simbolici.

La facciata della chiesa abbaziale


Prosegui