ANALISI GRAFICA :

Botticelli utilizzò i rapporti proporzionali che Alberti aveva scelto come esempi, e in questo caso specifico scelse il doppio - diapènte, 4/6/9, e vi adottò così bene la sua composizione, che ogni divisione del quadro comporta tanti personaggi quante unità.

Le principali linee guida, evidenziate in blu ( 3 e 5 orizzontali ), sono quelle che delimitano gli spazi occupati da tutti i personaggi della scena eccetto la Venere, al centro, incorniciata come in una nicchia dai rami flessi degli alberi e posta in un piano più distante dall'osservatore. Le linee viola ( 4 e 7 verticali ) delimitano lo spazio centrale che Botticelli riserva alla figura della Venere. In questo modo possiamo forse affermare una tripartizione dell'immagine. In verde abbiamo indicato le linee guida che delimitano, in un certo senso, gli spazi e l'orientamento dinamico dei personaggi, con una particolare attenzione al gruppo delle "tre grazie" sulla destra e alle figure estremamente dinamiche di Zefiro e di Flora, sulla sinistra.