Geroglifici

E' la più antica e quella fondamentale, classica. Deve il suo nome a Clemente di Alessandria, studioso vissuto nel secondo secolo d.C. Egli vedendo quei segni incisi soprattutto nei templi e nelle tombe, a scopo chiaramente religioso, li chiamò hieros-glyphos cioè "scultura sacra". Come abbiamo già detto la scrittura principale restò quella dell'inizio, cioè la geroglifica (img) dalla quale ebbero origine tutte le altre. I segni della scrittura disposti in modo da ottenere anche un effetto decorativo, si susseguivano o a righe orizzontali o in colonne verticali. Come regola, ogni segno geroglifico si lascia collocare nell'uno o nell'altro di due tipi generali: è un ideogramma o un fonogramma.

A decifrare la scrittura geroglifica fu il francese Champollion.