Johannes Gensfleisch, detto Gutenberg, nacque nel 1397 ed era membro della corporazione degli orafi a Mainz. Affascinato dall'idea di riprodurre con mezzi meccanici i manoscritti del suo tempo, cominciò in segreto una serie di esperimenti. Poco più che cinquantenne si stabilì a Magonza, dopo aver passato otto anni a Strasburgo. Ottenne dei finanziamenti dal banchiere Johannes Fust, ma si trovò presto nell'impossibilità di rimborsarli. Fust fece sequestrare tutto il materiale dell'officina e la rimise in funzione insieme con il genero Peter Schoeffer, che era stato apprendista e assistente di Gutenberg. Così, quando nel 1457 appare la prima opera che reca il marchio del tipografo, è il nome di Fust che vi figura. Gutenberg, rovinato, muore in miseria dieci anni più tardi.