Scrittura latina del Basso Impero

L'evoluzione della scrittura latina (img) dai secoli IV e V  in poi mostra una caratteristica tipica di tutte le scritture alfabetiche: La tendenza a economizzare tempo, a diventare quindi rapida, "corsiva". Si sostituiscono gradualmente i tratti curvi a quelli rettilini e angolosi, le lettere vengono unite da legature, e si utilizzano frequenti abbreviazioni, diventando così sempre più difficile da decifrare per chi non vi è abituato.

Più chiara appare invece la scrittura utilizzata presso gli uffici imperiali del V secolo e poi rimasta in uso per i documenti ufficiali dei papi romani. Essa e detta "onciale" (img), presumibilmente per la grandezza delle lettere, alte un'oncia, piccola unità di misura pari a circa 2,5 cm.