Le tacche incise sul legno

Un primordiale sistema di scrittura, utile soprattutto per segnare delle quantità numeriche, per annotare debiti, multe, tasse era quello di segnare delle tacche (la nostra parola tacca deriva dal gotico taikka, che significava "segno"), degli intagli su un tronco o su un pezzo di legno. Anche oggi ne rimane una traccia nell'uso di segnare con tacche fatte semplicemente con la matita, sullo stipite di una porta, il progressivo sviluppo in altezza di un bambino. Ci sono rimaste tacche usate nel 1700 a Sampeyre, in Piemonte, (img) dai contadini analfabeti che così marcavano debiti e crediti di giornate di lavoro.