"Se tu non sai che cosa è la scrittura, potresti credere che la difficoltà sia lieve, ma se vuoi una spiegazione dettagliata, lascia che ti dica che il lavoro è faticoso: imbroglia la vista, curva la schiena, schiaccia il ventre e le costole, attanaglia le reni e lascia tutto il corpo dolorante (...) Come il marinaio che giunge alfine al porto, lo scrivano si rallegra di essere arrivato all'ultima riga. Deo gratias semper".

                        Colophon di Silos Beatus, XII secolo