Alfabeto

L'invenzione dell'alfabeto fonetico è attribuita ai Fenici. La sua comparsa però non fu improvvisa. Già nel XIV secolo a.C., ad Ugarit, si utilizzava un sistema di scrittura di soli 30 segni. Nel Sinai, dove gli Egiziani impiegavano manodopera semitica nelle miniere di turchesi, si adoperava un sistema di 35 segni, simili nella forma ai geroglifici egiziani. Ogni segno doveva esser letto con la consonante iniziale dell'oggetto rappresentato. Alla fine del II millennio i Fenici, partendo da queste basi, svilupparono un loro alfabeto di 22 segni consonantici, che venivano tracciati da destra verso sinistra. Ogni segno aveva valore fonetico, corrispondeva cioè a un suono. Le iscrizioni sul sarcofago di re Ahiram di Biblo (img) costituiscono il più importante esempio dell'alfabeto fonetico fenicio. Grazie ai navigatori fenici l'alfabeto si diffuse rapidamente in tutto il Mediterraneo occidentale. Nel IX secolo fu adottato dai Greci che, per primi, annotarono anche le vocali. Dai Greci la scrittura fonetica passò agli Etruschi e da loro ai Latini. Il nostro alfabeto, come tutti gli alfabeti di oggi, proviene dalla scrittura semitica occidentale: Perfino il nome ha origini lontane: deriva infatti dalle prime due lettere dell'alfabeto greco, alfa e beta, aleph e beth dei Fenici.

Diffusione e modificazioni dell'alfabeto

Se si guarda oggi un planisfero (img), colpisce la vastità dell'area di diffusione dell'alfabeto nelle sue più diverse forme; solo l'Estremo Oriente resiste alla sua espansione, specialmente Cina e Giappone, a causa anche delle caratteristiche delle lingue locali, che difficilmente l'alfabeto riuscirebbe a rendere. Naturalmente diffusione dell'alfabeto non significa adozione di un'identica forma delle lettere; la forma dei segni venne data dai creatori dei diversi alfabeti, o suggerita da vecchie scritture sopraffatte nelle terre dove l'alfabeto si diffuse, e talvolta è nata dal senso estetico individuale o collettivo. Ciò che è importante è che fu accolta l'idea rivoluzionaria di rappresentare ogni singolo suono con un segno.