[Previous] [Top]

CIVILTA' VILLANOVIANA

Nell'Italia del Nord la prima età del ferro vede lo sviluppo della " civiltà Villanoviana" con un'area di grande concentrazione soprattutto nel bolognese.
Il nome deriva infatti dalla località di Villanova, vicino a Bologna, dove nel 1853 ne furono rinvenute le prime testimonianze. L'abitato era normalmente costituito da agglomerati di piccole capanne rotonde o ovoidali ( raramente quadrate ) con l'alzato fatto di pali e graticciato e col tetto conico di paglia o a spioventi.
La necropoli, periferica rispetto all'abitato, era costituita da tombe singole, quasi sempre a cremazione.
Il villaggio villanoviano viene ad assumere caratteristiche diverse rispetto a quelli dell'età del bronzo, gli abitati si fanno più sparsi, privi di strutture imponenti, senza fossati, senza argini, senza palizzate.
Nel modenese gli insediamenti villanoviani gravitano prevalentemente lungo il corso del Panaro e si concentrano intorno a due nuclei principali, quello di Savignano e quello di Redù.

menu