Diffusione della ceramica in Italia nel secolo XIII

AL NORD, a Venezia il doge Jacopo Contarini conclude con Boemondo IV, principe di Antiochia e conte di Tripoli, un trattato di scambi commerciali tra cui vasellame ceramico.

AL CENTRO, a Siena è documentata l'attivita' dei vasai.

AL SUD, ad Agrigento la colonia saracena e' trasferita con la forza al Lucera. Il fatto e' dato come la causa di abbandono delle fornaci siciliane.