Il laboratorio "giocare con l'arte"

Dal 1978 il Laboratorio di Faenza costituisce il primo esempio di laboratorio munariano permanente in una sede museale.Vi accedono bambini in eta' prescolare e scolare fino a 14 anni; dal 1994 inizia la sperimentazione con ragazzi di scuola media superiore per un totale di circa 700 ragazzi l'anno.Il Laboratorio di Faenza si e' posto in questi anni come tramite tra le scuole e il Museo, attuando una rete di collegamento fra istituzioni diverse. Il suo scopo non e' stato quello di sostituirsi alla scuola, ma di offrire uno spazio alternativo di ricerca. Dal momento che il laboratorio di Faenza, come e' stato gia' indicato e' l'unico laboratorio fondato da B. Munari che ha sperimentato una attivita' continuativa non estemporanea , in continuo rapporto con la scuola e con il Museo nell'arco di tutti questi anni, l'esperienza acquisita ha permesso di mettere a fuoco nuove proposte sia nella programmazione didattica, sia nel coinvolgimento di una utenza piu' allargata. Si e' cosi' favorita la formazione e la costituzione di altri laboratori per la ceramica e non, in Italia e all'estero, che adottano il metodo munariano.