GRUPPO n.1

 

PROGETTO LETTURA

1° CIRCOLO di CENTO (FE)

a cura di Tiziana Cevolani e Patrizia Govoni

*********

Leggere per emozionarsi

leggere per colorarsi la vita

leggere per dire l’ho letto anch’io

leggere per addormentarsi

leggere per stupirsi

leggere per scoprire

leggere per rileggere

leggere per essere protagonisti

leggere per ritrovare il filo del passato

leggere per capire...........

Siamo convinti che il piacere di leggere si eserciti nella varietà della scelta, nella libertà di cambiare libro, nell’orgoglio dei bambini di leggere libri interi, di poterli leggere insieme ad altri, oppure no, nella voglia di ascoltare qualcuno che legge, nel desiderio di parlare della storia letta, oppure no, nella voglia di inventare e costruire altre storie ed altri libri.

 

LEGGERE E SCRIVERE : come si comincia

In classe prima i bambini leggono e scrivono frasi intere, che hanno significati affettivi e che si riferiscono alle loro esperienze e ai loro giochi.

Usano lo stampatello minuscolo, proprio come quello che si trova nei libri, come unico carattere per imparare a leggere e a scrivere.

Leggono libri di narrativa e non usano il libro di testo antologico.

 

E COME SI CONTINUA : tanti libri tutti diversi........

I bambini tengono i libri di narrativa sotto il banco, nello zaino, pronti per l’uso, possono cambiarli, se non piacciono, leggerli solo un poco.....,parlarne con i compagni e fare la pubblicità delle storie migliori.

La cedola fornita dallo Stato è utilizzata per acquistare libri di letteratura per l’infanzia ; in questo modo le biblioteche di classe si riempiono di libri di vario genere, a disposizione di tutti.

Non usiamo, quindi, nemmeno nelle classi seguenti, libri di testo ministeriali, antologici, uguali per tutti.

 

LIBRI INVENTATI E COSTRUITI DAI BAMBINI

Attraverso l’utilizzo della video scrittura i bambini possono scrivere testi su cui è possibile una continua rielaborazione per la costruzione finale di monografie e libri.

Il computer, infatti, offre un ambiente-laboratorio importante per l’aiuto e il potenziamento dell’attività di riscrittura e per l’opportunità di avere testi ordinati e stampati in forme "adulte".

I disegni e la fantasia dei bambini completano l’opera e si possono, così, costruire tanti libri personali della classe.

 

LEGGERE E SCRIVERE IN CLASSE 1°

Dall’esperienza collettiva o dalla lettura di un testo ricaviamo una frase emotivamente significativa, primo nucleo del patrimonio della classe, che viene interiorizzata a livello visive uditivo.

Successivamente il patrimonio si amplia con altre 2 o 3 frasi o filastrocche.

Abbiamo constatato la validità delle filastrocche ad eco, per il consolidamento di alcune parole note.

Esempio di filastrocca ad eco:

Sogna i colori

il buio è fuori

il buio è fuori

sogna i colori

dormi...il rosso tace

dormi....l’arancione è in pace

dormi....il giallo riposa

dormi....il verde si posa

dormi...l’azzurro tace

dormi...tutto è in pace

Procediamo poi con:

- copiatura - lettura delle parole

- riconoscimento in fila a salti

parole lunghe-corte - memorizzazione delle parole

- formazione nuove

frasi matte-buffe

 

- scomposizione delle parole in sillabe

- lettura delle sillabe con la voce e con il gesto

- introduzione delle vocali

-invenzione di filastrocca unione di tutte le vocali con le consonanti delle sillabe

in rima per il rinforzo mne es. MARE ma re

monico visivo e uditivo me

mi

mo

mu

 

COME SI CONTINUA

il piacere di leggere

la biblioteca

i percorsi

un’esperienza

Per il piacere di leggere abbiamo individuato alcuni ingredienti indispensabili:

la lettura dell’insegnante

il luogo della lettura(angoli morbidi)

il tempo della lettura

la lettura a coppie

la lettura ai compagni di uno stralcio significativo

la lettura individuale e silenziosa

la libertà di cambiare il libro anche non terminato

la conoscenza e l’utilizzo della biblioteca di plesso e comunale.

Dall’anno 98-99 sono stati avviati rapporti con la biblioteca comunale e sono stati attivati e finanziati diversi laboratori di animazione con operatori esterni.

Alcuni titoli:

suoni di fiaba

Indiana Jones in biblioteca

arte e artisti: noi e quelli famosi

leggere da far paura

andar per storie.

La nostra classe nel corso dell’ anno 99-2000 ha partecipato ai laboratori leggere da far paura e Indiana Jones in biblioteca

 

Percorsi attuati :

illustrare il libro letto (sequenze ,i momenti più belli)

trasformare il finale

pubblicità(consigli per gli acquisti)

acrostici del titolo

filastrocche sul contenuto del libro letto

animazioni

costruzioni di libri pop up

dal libro al libro(ispirandoci a un libro letto ne inventiamo uno nuovo)

video scrittura(dal 94 offriamo ai bambini esperienze di video scrittura utilizzando i computer in dotazione ai vari plessi del circolo)

 

Un’esperienza biennale di promozione alla lettura

Volete sapere cosa si può fare di un libro letto per pubblicizzarlo ai compagni?

Un libro si può suonare

si può rappresentare come protagonisti

si può video scrivere

si può mescolare

si può perfino indossare

Ad ognuna di queste possibilità si abbina un gruppo di bambini che in 3 incontri ascolta una narrazione, progetta un lavoro e lo produce.

 

Laboratorio di biblioteca

Obbiettivi :

suscitare il piacere di leggere, comprendere quanto letto, raccontare rispettando l’ordine degli eventi, esprimere la storia con vari linguaggi, creare slogan per la pubblicità.

Partecipanti :

tutti i bambini delle classi 3a e 3b suddivisi in 5 gruppi eterogenei.

Modalità :

i 5 gruppi ruotano ogni 4 incontri per sperimentare le diverse tecniche dei laboratori: immagine, musica, giochi linguistici, teatro, informatica

1 incontro : lettura e comprensione

2 incontro : discussione e progettazione

3 incontro : realizzazione del progetto

4 incontro : scambio di informazioni trai gruppi.

Tempi :

tutti i mercoledì dalle 10 30 alle 12 30 da novembre a maggio.

Insegnati impegnati:

tutte le insegnati di classe, utilizzando anche compresenze, e insegnati di sostegno