La didattica breve

La DBIntorno al professor Filippo Ciampolini, ideatore e propagatore della DB, si è andato raccogliendo un largo numero di docenti che in questi ultimi anni hanno contribuito a diffondere la DB nelle loro scuole di appartenenza.

In queste pagine sono raccolti alcuni esempi fruibili direttamente in rete del vasto materiale prodotto e diffuso con i mezzi tradizionali a stampa a cura dello stesso prof. Ciampolini e del prof. Francesco Piazzi che, fin dall'inizio, ha curato il versante umanistico della DB. Tutti volumi sono stati editi dall'IRRSAE Emilia Romagna. La pubblicazione in rete ha lo scopo di affiancare gradualmente la diffusione via stampa pubblicando i documenti che si prestano più facilmente ad essere digitalizzati.

Accanto a questa attivita' ha preso vita un gruppo di discussione fra docenti del gruppo umanistico esperti di DB. La lista di discussione aperta sul server del progetto Kidslink di Bologna si chiama: belair e chiunque disponga di un indirizzo di posta elettronica e desideri contribuire costruttivamente alla discussion può iscriversi a belair


Documenti sulla DB in rete:


Il gruppo di discussione belair

E' una lista di discussione aperta sul server del progetto Kidslink di Bologna. Chiunque disponga di un indirizzo di posta elettronica e desideri contribuire costruttivamente alla discussione sulla DB "gruppo umanistico" può iscriversi a belair in questo modo:

Per iscriversi a belair:

mandare un e-mail all'indirizzo: listserv@arci01.bo.cnr.it lasciando vuota la riga subject e scrivendo nel testo: subscribe belair

Niente altro! In altre parole si tratta di un messaggio con un testo di due sole parole in cui la riga subject è lasciata intenzionalmente vuota. E' bene ricordarsi di eliminare dal testo anche la eventuale firma digitale

Per recedere dall'iscrizione a belair:

mandare un e-mail all'indirizzo: listserv@arci01.bo.cnr.it lasciando vuota la riga subject e scrivendo nel testo: unsubscribe belair

Niente altro! In altre parole si tratta di un messaggio con un testo di due sole parole in cui la riga subject è lasciata intenzionalmente vuota.E' bene ricordarsi di eliminare dal testo anche la eventuale firma digitale


This page is maintained by Alessandro C. Candeli (candeli@lords.com) using HTML Author. Last modified on 19/02/97.