Conclusioni

In conclusione, sulla base delle nostre osservazioni possiamo dire che quest'opera tratta dallo stipite della tomba di Sethi I, faraone della XIX dinastia e del Regno Nuovo, stConclusioniilisticamente segue le regole formali rinnovate dopo la rivoluzione amarniana della XVIII dinastia: la testa e le gambe si vedono di profilo, il busto e l'occhio di fronte. La simbologia che emerge, ad esempio la dea Hathor che conduce per mano il faraone che stringe la collana della divinità, è strettamente legata al rituale funebre.