Tra le molte imitazioni della Colonna Traiana, col suo fregio a spirale, ci sono prima la Colonna di Marco Aurelio nella stessa Roma e, più tardi, le due di Costantinopoli, innalzate da Teodosio e da Arcadio, e ora perdute. Neppure in seguito la suggestione del grande modello si spense. Dopo un viaggio a Roma Bernward, vescovo di Hildesheim, fece fondere, nel 1018, la celebre colonna di Mariendom che racconta nel suo fregio a spirale la vita di Gesù. Nel XVIII secolo Johann Bernhard Fischer von Erlach pose due colonne dello stesso tipo, con la vita di S. Carlo Borromeo, davanti alla Karlskirche a Vienna. Nel Settecento si diffusero nelle corti europee modellini in scala ridotta della Colonna, in bronzo dorato e lapislazzuli. Napoleone I, nel 1801, ordinò che la Colonna Traiana fosse smontata e trasportata a Parigi in Place Vendome. L'enorme costo e il timore del malcontento popolare scoraggiarono questa operazione, ma pochi anni dopo una colonna dello stesso tipo, fusa nel bronzo di 1200 cannoni austriaci, fu innalzata in Place Vendome.