Le fonti letterarie attribuiscono la fondazione del regno dacico, il cui centro si trovava nei Carpazi meridionali, a sud-ovest della Transilvania, al sovrano Burebista, che dominò dall'82 al 44 a.C.. Alla sua scomparsa, sul trono si avvicendarono diversi sovrani, finchè venne eletto re Decebalo, l'ultimo grande re della nazione.
La Dacia era una regione fertile e dal clima abbastanza mite, attraversata da copiosi corsi d'acqua che confluivano nel Danubio, e ricca di boschi dai quali gli abitanti ricavavano il legno necessario per costruire le abitazioni. L'economia della Dacia si basava essenzialmente sull'agricoltura, sulla pastorizia e sullo sfruttamento del sottosuolo.