Ritratto in marmo di Plotina, moglie di Traiano (inizi del II secolo d.C.)
Il volto austero della moglie dell'imperatore è raffigurato in modo realistico, con i tratti fortemente individualizzati, secondo lo stile dell'epoca. La bocca sottile dal taglio diritto e l'aggrottare degli occhi conferiscono al volto un'espressione intensa e un po' caparbia che rende bene il carattere di una donna che fu la consigliera di Traiano e che seppe manovrare la successione imperiale per consegnare il potere ad Adriano, adottato dall'imperatore in punto di morte.