all'indice IPPSCT Manfredi - Bologna

Nuove tecnologie ed educazione ambientale - Impresa formativa simulata - Trasparenza delle certificazioni - Corsi post-diploma

E-mail: manfredi@bo.nettuno.it


Nomi a cui riferirsi per informazioni

Preside Prof. Maria I. Fabiani, la Vicepreside Prof. Cristina Silvestri

Progetti europei in corso all'Istituto

1. Socrates - Comenius Azione 1 - Nuove tecnologie ed educazione ambientale (Scuola virtuale)

2. Leonardo da Vinci Misura I.1.1.a Impresa Formativa Simulata

Trasparenza delle certificazioni

3. Adapt/J 100 Regiones: Corsi Post-diploma

1. Nuove tecnologie ed educazione ambientale - La scuola virtuale

Docenti responsabili del progetto

Prof.ssa Cristina Maria Silvestri: Prof.ssa Carmela Santopaolo

Descrizione del progetto

La finalità del progetto è la costruzione di una scuola virtuale europea, in continuità verticale, la finalità del progetto è la costruzione di una scuola virtuale europea, in continuità verticale, dalla scuola primaria alla secondaria attraverso l'utilizzo delle nuove tecnologie . Fra gli obiettivi risulta prioritario quello della condivisione, attraverso la rete INTERNET, di esperienze didattiche e di cooperazione tra le scuole europee. Altri obiettivi riguardano l'ambito cognitivo ed cooperativo e si possono individuare nella: conoscenza del linguaggio e degli strumenti di navigazione della rete INTERNET, nella gestione della posta elettronica, nella conoscenza del linguaggio ipertestuale HTML per la costruzione di documenti WEB e nel potenziamento della lingua veicolare inglese.

Risultati attesi

Nell'ambito della "Scuola virtuale" sono state individuate due aree da sviluppare mediante la costruzione e la funzione di documenti WEB.

La prima sezione (didattica) riservata ai docenti, comprenderà: il curriculum della scuola partecipante integrato nel sistema educativo nazionale (in lingua madre con breve riassunto in lingua inglese) corredato da foto dell'Istituto, indirizzo, profilo sintattico, quadro orario, sperimentazioni in atto, ecc. In tale sezione ogni Istituto farà prevenire ed esaminerà il materiale didattico relativo alla tematica ambientale che sarà "tradotto" in pagine WEB. La tematica ambientale costituirà l'asse tematica del Progetto.

La seconda sezione, riservata agli alunni, (sezione intrattenimento), tratterà le tematiche che interessano maggiormente i ragazzi quali: sport, musica, poesia, attualità, cinema all'interno del cosiddetto "Cyber Cafe". Attraverso tale sezione gli alluni potranno conoscersi, aumentando, cosi, la capacita di comunicare con persone che hanno una cultura diversa della propria e, quindi, costruirsi una coscienza europea che aiuterà a diventare cittadini europei.

Come è nata l'idea

Essendo l'Istituto dotato di tecnologie multimediali all'avanguardia, si è pensato di organizzare un progetto didattico che sfruttasse e mettesse in campo le competenze acquisite sia dai docenti sia dagli studenti in merito.

Come si sono trovati i partner

I partner sono componenti della Federazione "Ulixes", una unione di Istituti italiani ed europei, ideata dall'Istituto Manfredi e fondata nel 1994, per facilitare gli scambi internazionali e collaborare su progetti comuni.

Come ci si è trovati con i partner

I rapporti con i partner sono stati di fattiva collaborazione.

Come avviene la comunicazione fra i partner

La comunicazione fra partner avviene tramite l'invio di fax, con l'utilizzo dell'E-Mail e con incontri nei meeting internazionali.

Come è stato o sarà raccolto e divulgato il materiale finale del progetto

Diffusione:

La diffusione dell'esperienza avverrà attraverso l'invio di pagine Web e l'organizzazione di conferenze di servizio; in particolare saranno coinvolti gli istituti che fanno parte della federazione "Ulixes" (Unione di 15 istituti italiani e stranieri che hanno firmato una convenzione per favorire gli scambi tra studenti e docenti europei)

Attraverso lo scambio di materiali didattici, previsto dal progetto, gli insegnanti possono conoscere ed elaborare materiali innovativi che permettono la formazione di una mentalità aperta alla collaborazione, alla progettazione e, soprattutto, alla sperimentazione di materiali realizzate in realtà scolastiche differenti

Progetto n. 2

2. Leonardo da Vinci Misura I.1.1.a: Impresa Formativa Simulata: IFS

L'impresa formativa simulata è un modello di impresa in cui avviene la simulazione virtuale delle transazioni con il mondo esterno riferite agli aspetti produttivi, commerciali e di contesto. La simulazione consiste nel creare gli ambienti operativi di un'impresa reale e l'operatività degli ambienti in cui far svolgere i compiti reali della professione. Nel processo di simulazione i beni da produrre o da commercializzare ed il denaro sono virtuali, le modalità e le funzioni sono reali. I soggetti promotori dell'iniziativa "Rete italiana delle Imprese Formative Simulate" sono: il Ministero della Pubblica Istruzione, un istituto che svolge la funzione di Stato e Banca, un altro istituto che svolge il ruolo di coordinamento del Mercato simulato del servizio di posta elettronica e tutti gli istituti coinvolti nella sperimentazione che sono i potenziali nodi di una rete che ora si estesa anche in Olanda, Francia e Inghilterra.

Docenti responsabili del progetto

Prof. Paolo Gallizioli, Prof. Gabriella Sagrati, Prof. Silvana Giovannini.

Come si sono trovati i partner

Il primo anno (ars. 95/96) è stato piuttosto faticoso, quest'anno invece visto il successo che ha ottenuto il progetto anche attraverso i mass media sono stati i partner che hanno cercato la scuola.

Come ci si è trovati con i partner

La collaborazione è stata sempre fattiva e non faticosa; la comunicazione avviene principalmente tramite posta elettronica. La divulgazione del materiale prodotto (brochure, pagine web ecc.) avviene periodicamente con la presentazione ad altri istituti, al Ministero e anche al territorio.

2. Leonardo da Vinci Misura I.1.1.a: Trasparenza delle Certificazioni: (PILOT e PLACEMENT ed EXCHANGE)

Obiettivo del progetto PILOT è l'analisi dei sistemi di valutazione e di certificazione informale e formale nei Paesi partner . Risultato del progetto è la stesura di competenze e di abilità di base e specifiche e l'individuazione dei criteri (performance criteria) di valutazione e certificazione validi a livello internazionale. A fianco del PILOT sono previsti PLACEMENT per gli studenti ed EXCHANGE per gli insegnanti nei Paesi partner dell'U.E. Gli studenti effettuano stage o seguono corsi in aula relativi ad un modulo di settore individuato. Gli insegnanti lavorano alla realizzazione degli obiettivi del PILOT con insegnanti degli Istituti europei ospitanti, partner europei. L'Istituto E. Manfredi è responsabile nazionale ed internazionale per il settore aziendale, l'insegnante referente del settore è la Prof. Gabriella Sagrati. Per il settore turistico il docente referente è la Prof. Florance Daubas.

L'idea del progetto

è nata in seno al Consorzio degli Istituti Professionali dell'Emilia Romagna-Consorzio Emilia Romagna, (titolare del progetto) di cui l'Istituto Manfredi è stato promotore.

I partner

nazionali sono gli Istituti Professionali che hanno aderito al suddetto Consorzio, i partner internazionali individuati sono Istituti che in passato hanno collaborato con i partner nazionali in precedenti progetti europei; alcuni partner internazionali sono stati individuati durante la realizzazione del primo anno di progetto dai docenti che hanno partecipato all'exchange.

La comunicazione fra partner

avviene tramite l'invio di fax, con l'utilizzo dell'E-Mail e con incontri nei meeting internazionali.

Diffusione:

La raccolta e la divulgazione del prodotto intermedio e finale del progetto avviene tramite report inviati ai partner nazionali e internazionali a cura dei coordinatori di settore, e a livello europeo tramite report all'U.E. a cura del Consorzio.

3. Adapt/J 100 Regiones: Corsi Post-diploma

Responsabile del progetto all'interno dell'Istituto

Prof.ssa M. I. Fabiani, Preside

Descrizione del progetto

L'obiettivo del Progetto J.100 Regiones è quello di sperimentare su grande scala nuove forme di collaborazione fra imprese, ricerca, università e scuola sia nell'ambito della formazione continua sia nell'ambito della formazione superiore, per costruire nuovi percorsi integrati per il conseguimento di qualifiche post-diploma relative ai profili di "Tecnico della produzione dei servizi turistici e culturali dell'Emilia Romagna" (soggetto attuatore IAL turismo) e di "Merchandiser esperto di logistica" (soggetto attuatore ISCOM ER commercio e distribuzione)

L'idea del progetto

è nata da un accordo di cooperazione con 11 regioni Euruopee, la Regione Emilia-Romagna, nell'ambito di un Progetto europeo.