Il galvanismo è l'impiego di una corrente elettrica continua per scopi terapeutici. Fu adottato per la prima volta da Giovanni Galvani, medico e naturalista italiano nato a Bologna nel 1737 e morto nel 1798. Nel 1780 osservò per caso che un bisturi avvicinato inavvertitamente ai nervi di una rana scuoiata, provocava violente contrazioni dei muscoli dell'animale e attribuì la causa del fenomeno a una particolare forma di elettricità animale.