Se si facesse un albero genealogico della letteratura l'horror sarebbe un fratello della fantascienza.
Come esponente della fantascienza analizziamo Michael Crichton, medico americano nato nel 1942 a Chicago che, dopo il successo del suo primo romanzo, Andromeda, (1969), si è dedicato interamente alla letteratura.
Il romanzo seguente ad Andromeda, Congo, consacrò definitivamente lo scrittore al successo. Crichton raggiunge l'apice della sua popolarità quando Steven Spielberg, il famoso regista ebreo-americano, girò il suo già strafamoso romanzo Jurassic Park (dieci milioni di lettori) per il grande schermo: il successo fu travolgente tanto da indurre Spielberg a girare anche la continuazione: Il Mondo Perduto, sempre tratto da un romanzo di Crichton.
Nello stile di Crichton si riscontra un vocabolario molto ampio e dettagliato soprattutto nei termini scientifici, in particolar modo in Andromeda. Nelle prossime pagine vi presenteremo un parallelo tra Crichton e King attraverso il commento di alcune delle loro opere.