LE ORIGINI DEL ROMANZO IN GRECIA
In Grecia
A Roma
Nei Secoli
Il Romanzo Nero
XIX e XX sec.

Quando si parla di romanzo si intende un testo narrativo con una struttura articolata. Il romanzo, come genere letterario, è nato in Grecia tardi, in età ellenistico-romana; per essere più precisi si può datare la nascita del romanzo nel mondo greco tra il I secolo a.C. e il I d.C.. La massima espressione di questo genere letterario nel mondo greco-romano sono i cosiddetti "BIG FIVE"; inizialmente la parola per indicare il romanzo era probabilmente drama, termne che indicava sia il contenuto della storia, sia la narrazione della storia stessa. Nel XII secolo d.C Eustazio Macrembolite definisce drama il proprio romanzo. Un'altra caratteristica dei romanzi greci è quella che non c'è alcun riferimento all'epoca in cui sono stati scritti; gli studiosi hanno quindi solo formulato delle ipotesi che spesso sono state contraddette. Nell'800 lo studioso tedesco Erwin Rhode ha pubblicato un saggio sul romanzo greco "Der Griechische Roman" dove ne descrive le caratteristiche più significative; da alcuni recenti studi è emerso che i "BIG FIVE" dovrebbero essere stati scritti tra il I secolo a.C e il IV secolo d.C. I "BIG FIVE" sono:

Cherea e Calliroe di Caritone
Ephesiaka di Senofonte Efesio
Dafni e Cloe di Longo Sofista
Leucippe e Clitofonte di Achille Tazio.
Etiopiche di Eliodoro

Tipici di queste opere sono una vicenda d'amore fra i protagonisti, la separazione non voluta e quindi traumatica e poi l'inevitabile lieto fine. Inoltre i luoghi in cui si svolgono le vicende non vengono mai definiti con precisione. Si sono trovati motli papiri su questi racconti perché rappresentavano la lettura di piacere per eccellenza del mondo antico. Nei primi due romanzi è centrale la vicenda d'amore dei personaggi, mentre negli altri tre si affrontano anche temi diversi forse contando su un pubblico più elevato culturalmente; i romanzi sono tutti scritti in prosa. Questi romanzi sono di cultura pagana anche se era già diffuso il cristianesimo; Perry, studioso del romanzo greco, sostiene che, dopo il IV secolo d.C., i romanzi di questo tipo furono sostituiti dalle biografie dei santi che divennero le nuove letture di piacere nella "Età dell'ascetismo".