L'INTRECCIO

La prima storia è quella di Robert Walton, esploratore e appassionato delle scienze, che narra il suo viaggio scrivendo alla sorella Margaret.
Le lettere di R. Walton sono una specie di diario di bordo, ma poi la parola passa a Frankenstein, che, trovato tra i ghiacci, narra la propria vita al capitano Walton.
Ma anche questa voce lascia il posto a quella del "mostro" che si confessa al suo creatore durante l'incontro tra i ghiacci svizzeri.
Per i tre personaggi l'infanzia è molto importante, è un momento decisivo per la propria vita futura ed è proprio dall'infanzia che ognuno di loro inizia a raccontare la propria storia.
All'inizio Mary Shelley ambienta la storia nella gelida Russia dove si trova il giovane esploratore Robert Walton.
Giunto al Polo Nord il capitano trova un naufrago semiassiderato: Frankenstein.
Questi acconsente ad essere salvato e decide di narrare la sua storia che a sua volta Robert trascrive in alcune lettere a sua sorella.
Frankenstein racconta i terribili fatti della sua vita, per impedire che l'amico, commetta il suo stesso errore: dimenticare le proprie responsabilità nei confronti degli uomini per soddisfare la propria ambizione.
- Anche il naufrago inizia la storia partendo dalla sua infanzia: un'infanzia felice, vissuta in Svizzera e accompagnata dalla presenza di un fratellino e di una sorella adottiva.
i suoi interessi per la filosofia naturale lo inducono ad abbandonare la Svizzera per recarsi all'università di Ingolstad, ma la morte della madre, poco prima della sua partenza è quasi un triste presagio.
Ad Ingolstad la sua preparazione in campo scientifico si amplia a tal punto che spera di poter dare origine alla vita con la creazione di un essere somigliante all'uomo.
- Il "mostro" nato è senza nome e, abbandonato e ripudiato dal suo creatore, fugge nella foresta dove impara a sopravvivere.
Successivamente lascia questo ambiente perché desideroso di entrare a far parte della società; ma purtroppo presso gli uomini incontra solo ostilità.
Ritorna dal suo creatore per chiedergli una compagna con cui vivere e condividere i suoi affetti; in caso di rifiuto il mostro minaccia Frankenstein di uccidere tutte le persone a lui care.
A malincuore Frankenstein accetta, ma proprio quando stà per terminare l'opera distrugge la nuova creatura.
Da quel momento il mostro vuole a tutti i costi vendicarsi per la mancata promessa e così uccide l'amico Clerval e l'amata Elizabeth.
Frankenstein disperato vuole eliminarlo e lo insegue dalle Alpi al Nord Europa fino a quando arriva nei paesi del Polo Nord.
Là Frankenstein muore di stenti ed il mostro promette al capitano Walton che proseguirà fino all'estremità più settentrionale del globo e si ucciderà, perché il rimorso di ciò che ha fatto gli è diventato insopportabile.

TRAMA

Il nobile ginevrino Victor Frankenstein grazie alle sue conoscenze scientifiche, crea un essere che somiglia ad un uomo, ma che in realtà è costituito da macabri resti di esseri umani. Attraverso una misteriosa scossa elettrica gli infonde la vita, per poi abbandonarlo, subito dopo la creazione, al suo destino. Il mostro, all'inizio, dimostra un animo sensibile e generoso, ma con il tempo la mancanza d'amore e il grande senso di solitudine lo spingeranno a compiere i più atroci delitti. Inizia così, una lunga lotta tra il mostro e il suo creatore, che continueranno a inseguirsi fino a raggiungere gli sconfinati ghiacci del Polo Nord desiderosi di vendetta reciproca.