Gli allenatori

La dieta

 Corone di foglie

Il termine atleta deriva da athla, che in greco significa premio: quindi sta ad indicare colui che concorre al premio. Gli atleti, come molte altre categorie in Roma antica, erano riuniti in corporazioni, sotto la direzione di un direttore di palestra che li presentavano ai vari agoni.
Si ha notizia dell'esistenza di varie associazioni atletiche in età imperiale. Spesso derivavano il loro nome da una divinità protettrice, come nel caso degli Herculiani, così chiamati da Ercole, presenti in Roma intorno alla metà del II secolo d.C. Queste associazioni possedevano palestre, archivi, luoghi di riunione e venivano consultate da incaricati dell'imperatore sia per l'organizzazione delle gare che per stabilire l'importo dei premi, delle pensioni o la natura delle cariche e delle onorificenze da concedere agli atleti vincitori delle varie prove.
Spesso ex atleti vincitori potevano, in ambito proviniciale, essere chiamati a ricoprire cariche pubbliche importanti; oppure, qualora fossero provinciali, conseguire la cittadinanza romana; o ancora, nel caso che fossero già cittadini romani, ottenere l'esenzione dai tributi e, cosa maggiormente gradita, dal servizio militare.

La partecipazione delle donne alle gare atletiche fu del tutto episodica. Si conoscono due casi in cui venne consentito a fanciulle romane di gareggiare, unicamente nella corsa dello stadio.

Gli allenatori

La dieta

 Corone di foglie