Augusto

Augusto, con le sue molteplici iniziative dirette ai giovani, si interessò dei Collegia Juvenum, dell'addestramento militare nel campo Marzio e degli spettacoli. Quando divenne Imperator la gioventù romana si addestrava ancora nel Campo Marzio. Il Campo Marzio era una grande piana sulla riva sinistra del  Tevere, sovrastata dai colli Campidoglio a Sud, Quirinale a est e dalle alture del Pincio a Nord, percorsa longitudinalmente dal tratto iniziale della Via Flaminia. In tempi più antichi nel campo Marzio si tenevano Comizi e le esercitazioni militari e ginniche, oltre a tutte le riunioni. Con l'avvento dell'impero, questo spazio dedicato alla pratica dell'esercizio fisico si restinse sempre più, per il sorgere di nomerose costruzioni, come l'aquedotto dell' Acqua Virgo. Fra i Romani il nuoto era assai diffuso, non solo nelle acque fluviali, che erano particolarmente invitanti e limpide, e nelle quali i giovani erano soliti rinfrescarsi dopo le esercitazioni nel campo, e nel mare, ma anche in alcune piscine, aperte el pubblico e, più tardi, negli edifici termali.