NAUMACHIE

Le naumachie erano degli spettacoli acquatici che consistevano in finte battaglie navali. Augusto diede questo tipo di manifestazioni nella Naumachia Augusti, un bacino che aveva fatto scavare ai piedi del Gianicolo facendolo riempire con l'acqua del lago Alsietino (l'attuale lago di Martignano), condotta attraverso un acquedotto lungo più di 30 Km. In questi spettacoli si faceva largo impiego di navi e di soldati. Si ricorda la naumachia del 2 a.C. per l'inaugurazione del tempio di Marte Ultore in cui furono impegnati forse più di 3.000 uomini, volendosi rappresentare la battaglia di Salamina fra Ateniesi e Persiani. Non essendo sufficienti i bacini utilizzabili per questo tipo di spettacolo, già dal 1 sec. d.C. si pensò di allagare gli emicicli dei teatri, che venivano anche usati, all'occorrenza, come arene.