Descrizione; Disegni; Distribuzione (cartine); Plastici; Foto

Caesar - De bello Gallico - Liber VII, 23
Muri


Muri autem omnes Gallici hac fere forma sunt. Trabes derectae perpetuae in longitudinem paribus intervallis, distantes inter se binos pedes, in solo collocantur. Hae revinciuntur introrsus et multo aggere vestiuntur: ea autem, quae diximus, inter valla grandibus in fronte saxis effarciuntur. His collocatis et coagmentatis alius insuper ordo additur, ut idem illud intervallum servetur neque inter se contingant trabes, sed paribus intermissae spatiis singulae singulis saxis interiectis arte contineantur. Sic deinceps omne opus contexitur, dum iusta muri altitudo expleatur. Hoc cum in speciem varietatemque opus deforme non est alternis trabibus ac saxis, quae rectis lineis suos ordines servant, tum ad utilitatem et defensionem urbium summam habet opportunitatem, quod et ab incendio lapis et ab ariete materia defendit, quae perpetuis trabibus pedes quadragenos plerumque introrsus revincta neque perrumpi neque distrahi potest.

Le mura


In tutta la Gallia le mura sono press’a poco costruite così. Si posano al suolo a regolari intervalli, senza interruzione, per tutta la lunghezza del muro, travi nel senso dello spessore del muro stesso, alla distanza di due piedi fra loro. Poi le rilegano dalla parte di dentro e ne riempiono gli intervalli di terra; intervalli che sul davanti vengono colmati con grossi macigni. Messo in opera e cementato tutto ciò, vi si aggiunge sopra un’altra simile fila di travi, in modo da conservare lo stesso intervallo, facendo sì che le travi non si tocchino fra loro ma, divise da spazi eguali, vengano a posare esattamente ognuna sui macigni interposti fra le prime. E così di seguito si vien costruendo tutto il muro, finché sia giunto all’altezza voluta. Questo lavoro da un lato non è sgradevole a vedersi per la sua armonica varietà, con quell’alternarsi di travi e di pietre ordinate in linee rette; dall’altro, offre grandissimi i vantaggi alla difesa delle città, per il fatto che le pietre difendono dal fuoco e il legname le protegge contro l’ariete, giacché le travi sono rilegate di dentro con altre di un sol pezzo lunghe per lo più quaranta piedi.

Descrizione del "murus Gallicus"

Disegni del "murus Gallicus"

Distribuzione del "murus Gallicus" (cartine)

Plastici del "murus Gallicus"

Foto dei resti del "murus Gallicus"

English traslation