Alla home page IRRE ER

Apuleio, Metamorfosi 10.23-28

Riassunto

Un giovane ha una sorella segreta, alla quale procura la dote e un matrimonio conveniente.

La moglie del giovane, ignorando la natura del rapporto fra i due, è gelosa della cognata, l'attira in un tranello e la uccide.

Per il dolore il giovane cade in preda a grave malattia; la moglie decide di uccidere il marito e si fa procurare da un medico disonesto un potente veleno da propinare a suo marito, sotto specie di medicina.

Per crearsi un alibi e sbarazzarsi del complice, la donna impone al medico complice di assaggiare la medicina prima di farla bere al marito.

Dopo essere stato costretto a bere il veleno, il medico torna a casa e racconta tutto alla propria moglie, prima di morire. Poco dopo muore anche il marito della donna.

La moglie del medico chiede alla neovedova il compenso pattuito per il veleno. L'assassina assicura che pagherà, ma chiede prima dell'altro veleno.

Con il nuovo veleno l'assassina uccide la propria figlioletta, per impadronirsi dell'eredità del defunto marito; invita poi a pranzo la moglie del medico e avvelena anche lei.

Prima di morire la moglie del medico rivela al governatore tutti i delitti della pluriassassina, che viene condannata ad bestias.

ritorna al "La suspense del nero"

This page is maintained by Luciano Stupazzini (stps30k1@bo.nettuno.it)
Last modified on 07/03/96.

Ad inizio pagina