Già da quando avevo quattro anni, io e la bici ci frequentavamo spesso. Fino a sei anni tutti i pomeriggi li trascorrevo in bicicletta, con i miei amici, in campagna da mia nonna.
Poi, dal primo anno di scuola elementare, la svolta: la bicicletta fu lasciata a impolverarsi in garage. Per cinque anni, infatti, usai veramente poco la bici, forse perchè la scuola era molto vicina e sicuramente perchè la passione per il calcio, che si era fatta fortissima, mi chiamava tutti i pomeriggi sottocasa, nei prati di fronte alla scuola.
Soltanto in prima media ho riscoperto questo straordinario marchingegno, ed ora uso la bici tutti i giorni, nessuno escluso: da  gennaio a dicembre, con la nebbia, col sole, sotto la pioggia e perfino quando nevica, la bici mi accompagna, quotidiana fidata amica di vita.