Quando nel 1909 partiva il primo giro d'Italia, la bicicletta era ancora piutosto giovane, visto che dopo l'introduzione di bizzarri bicicli e velocipedi il modello quasi definitivo risale al 1885. Il campione di novant'anni fa era il leggendario Giovanni Gerbi, detto il "diavolo rosso", ma al Giro vinse Luigi Ganna. La bici si infangava in strade orrende, i ciclisti percorrevano tappe interminabili e i distacchi erano abissali. Li vediamo nelle immagini con berretta e occhialoni, laceri e inzaccherati, i tubolari sulle spalle. I primi veri eroi del ciclismo si contendono il Giro negli anni tra le due guerre. Nel periodo tra gli Anni Trenta e Cinquanta Gino Bartali era già un mito; suo giovane gregario e poi grandissimo campione fu Fausto Coppi. Gli Anni Sessanta e Settanta videro i trionfi Di Eddy Merckx e di Felice Gimondi. Poi sono venuti i tempi di altri duelli, soprattutto tra Saronni e Moser.Gli Anni Novanta hanno conosciuto nuovi campioni, fino al vincitore dell'ultimo Giro d'Italia, Marco Pantani.
Il Giro d'Italia era passato per Carpi, la nostra città, nel 1961; nel 1998 Carpi è stata una delle tappe del Giro e alcuni di noi hanno avuto l'opportunità di seguire la tappa Carpi-Schio. Un'esperienza davvero emozionante!