Nei primi occhiali le due lenti erano fissate in montature circolari, di corno, cuoio, o metallo, unite tra loro da un ponticello fisso o da una specie di cerniera. Non è chiaro come questo tipo di occhiale, assai rigido, potesse reggersi stabilmente sul naso: erano probabilmente necessari continui interventi della mano per aggiustarli o per sostenerli. Alcuni tipi erano forniti di fori laterali, attraverso i quali passava un nastro o una funicella con cui legarli all'orecchio. Più tardi si cercò di rendere elastico il ponte, impiegando materiali flessibili come il fanone di balena. Anche le montature metalliche, soprattutto di rame, se costruite sottili e con opportuna sagomatura del ponte, potevano reggersi da sole sul naso: sono i cosiddetti occhiali ad arco, molto usati nel Seicento e nel Settecento.