L'ombrello (il termine deriva dal latino umbra) è un oggetto costituito di una copertura di stoffa sostenuta da stecche di acciaio, inserite su  un bastone centrale che, all' estremità opposta, reca un' impugnatura (manico). 


Leggendo "C'era due volte il barone Lamberto", un divertentissimo libro di Gianni Rodari ambientato sull'isola di San Giulio, nel lago d'Orta, abbiamo scoperto che a Gignese esiste il Museo dell'Ombrello e del Parasole. Fondato intorno agli Anni Quaranta da Igino Ambrosini, figlio di una nota famiglia di ombrellai, il museo vuole celebrare l'omportanza che la manifattura degli ombrelli, già conosciuta fin dal 1770, ha avuto in questa zona del Novarese. Vi si conservano oltre 1000 pezzi, di cui 150 esposti che consentono al visitatore di seguire l'evoluzione di questo oggetto dall'800 fino ai nostri giorni.