Il primo orologio meccanico con il pendolo come regolatore fu costruito da Huygens nel 1657, anche  se Galileo Galilei, da parte sua, fin dal 1641 aveva lasciato un progetto di orologio a pendolo.
 Prima dell'introduzione del pendolo, la precisione della misura del tempo era molto bassa: un errore di  un quarto d'ora al giorno era cosa normale.
 Gli errori di un orologio a pendolo sono dovuti principalmente alle variazioni di temperatura che fanno  variare la lunghezza del pendolo stesso e quindi il periodo di oscillazione. Vari artifici sono stati usati per  ridurre questo errore, ma la soluzione definitiva fu data dall'uso dell'invar per la costruzione dell'asta del  pendolo. L'invar è una lega di acciaio e nichel, prodotta per la prima volta nel 1895, che ha un  coefficiente di dilatazione pressochè nullo.

 

Nell'immagine a lato il primo orologio a pendolo, costruito da Huygens nel XVII secolo.